Workshop di Fotografia di Paesaggio sulle Tre Cime di Lavaredo 

Due giorni di pura fotografia in uno dei luoghi più magici d’Europa: “Le Tre Cime di Lavaredo”, nelle Dolomiti di Sesto, patrimonio dell’umanità UNESCO.

Il workshop di fotografia di paesaggio sulle Tre Cime di Lavaredo, tenuto da Piero Pausin e Cosimo Barletta, si terrà il 23 e 24 agosto 2014 e consentirà ai partecipanti di scattare suggestive fotografie di paesaggio seguiti dai due fotografi professionisti.

Workshop di fotografia sulle tre cime di lavaredo

Le Tre Cime di Lavaredo sono tre delle cime più famose delle Alpi, nelle Dolomiti di Sesto. Sono considerate tra le meraviglie naturali più note nel mondo dell’alpinismo.

Con questa descrizione, presa da Wikipedia, non ci resta che vedere come sarà sviluppato il corso e quali saranno gli argomenti trattati.

Il corso sarà costituito da una parte teorica, una parte pratica ed una di condivisione. Due giorni intensivi, di piena immersione nel mondo della fotografia di paesaggio, con trucchi, consigli e segreti per realizzare al meglio le vostre fotografie sulle tre cime di lavaredo. 


PARTE TEORICA DEL WORKSHOP DI FOTOGRAFIA DI PAESAGGIO SULLE TRE CIME DI LAVAREDO

Verranno consegnate delle dispense e gli argomenti trattati saranno:

PARTE PRATICA DEL WORKSHOP DI FOTOGRAFIA DI PAESAGGIO SULLE TRE CIME DI LAVAREDO

Gli allievi saranno guidati da Piero Pausin e Cosimo Barletta nell’affrontare momenti irripetibili quali il tramonto, le notturne e l’alba alle Tre Cime di Lavaredo in modo da essere pronti a realizzare correttamente degli scatti da sogno!

PARTE DI CONDIVISIONE DEL WORKSHOP DI FOTOGRAFIA DI PAESAGGIO SULLE TRE CIME DI LAVAREDO

La mattina, dopo le foto all’alba e dopo una lauta colazione in rifugio, verranno analizzate le fotografie scattate dai partecipanti e commentate dai due insegnanti.

Corso di fotografia sulle tre cime di lavaredo

COSE DA SAPERE SUL CORSO DI FOTOGRAFIA SULLE TRE CIME DI LAVAREDO

DIFFICOLTÀ DEL PERCORSO:

E (escursionistica – difficoltà bassa).

DURATA DEL WORKSHOP:

2 giorni – 1 notte

CLIMA:

Estivo con temperature diurne intorno ai 20°C e notturne più fredde intorno ai 5°C. Le temperature notturne possono scendere anche a 0°C.

ABBIGLIAMENTO:

Si consiglia un abbigliamento da escursione in montagna e scarponcini da trekking. Per il pernottamento portare il proprio sacco a pelo o le lenzuola monouso (possibilità di acquisto in rifugio).

ASSICURAZIONE:

Non inclusa.

ACCESSORI DA PORTARE:

treppiede, scatto remoto (telecomando), torcia, guanti.

ORARI:

il corso inizierà alle ore 11.00 di sabato 23 agosto presso il lago Misurina e sarà concluso indicativamente alle ore 12.00 di domenica 24 agosto.

NOTE:

eventuali altre indicazioni, verranno fornite agli iscritti in seguito.

QUOTA DI PARTECIPAZIONE

Il costo del workshop è di 150€ per ogni partecipante fotografo. È previsto un contributo di 50€ per ogni eventuale accompagnatore non fotografo.

COSA COMPRENDE LA QUOTA DEL CORSO

La quota comprende:

  • insegnanti professionisti qualificati;

  • dispensa;

  • possibilità di utilizzo delle attrezzature degli insegnanti (filtri, obiettivi, reflex, cavalletti).

La quota non comprende:

  • pernottamento presso il rifugio Locatelli (l’organizzazione ha prenotato per tutti i partecipanti una soluzione di mezza pensione in dormitorio con colazione per €50);

  • pedaggio stradale da Misurina fino al Rifugio Auronzo;

  • assicurazione;

  • quanto non specificato ne “la quota comprende”.

 

NUMERO MINIMO DI PARTECIPANTI

10

NUMERO MASSIMO DI PARTECIPANTI

18

Iscrizioni aperte fino al 30 giugno 2014, fino ad esaurimento posti

Button Text

workshop di fotografia sulle tre cime di lavaredo dolomiti

About Piero Pausin

Piero Pausin, classe 1985, si appassiona alla fotografia e privilegia da sempre il digitale, accompagnando gli scatti ad elaborazioni personali che però non stravolgono mai la realtà. Nel corso degli anni ha approfondito diversi stili di fotografia, scoprendo la sua strada nel ritratto e nel reportage, trovando sempre il tempo per qualche foto a paesaggi incontaminati in orari e posti scomodi. Nel 2009, spinto dalla volontà di creare un punto di incontro e di formazione per i fotografi del nordest d’Italia, fonda assieme ad alcuni amici Fotonordest, un’associazione fotografica che in pochi anni si afferma sul territorio coinvolgendo oltre 1400 fotografi