COME REALIZZARE UNA BELLA FOTOGRAFIA DI PAESAGGIO – LA COMPOSIZIONE

By 29 Aprile 2013Gennaio 22nd, 2015Blog Fotografico, Consigli fotografici

La composizione nella fotografia di paesaggio è uno dei fattori principali che ci permette di comunicare il senso dello scatto nel modo corretto.

Comporre una scena significa disporre gli elementi nella scena e farli relazionare tra loro.

Come scegliere la composizione per la fotografia di paesaggio?

Quando vediamo un paesaggio che ci emoziona, è bene soffermarci e meditare su come poterlo riprendere al meglio. La composizione è soggettiva, ci sono però delle linee guida che ci aiutano a focalizzare al meglio l’attenzione dell’osservatore su alcuni aspetti della foto.

Alcune regole fondamentali:

La regola dei terzi

regola-dei-terzi

Consiste nel dividere il fotogramma con 4 linee (a “tria”) e tenere i soggetti importanti nelle intersezioni (punti rossi). In questo caso, il nostro soggetto è il legno e l’orizzonte funge da linea costruttiva per dare un peso e una dimensione al tutto.

La regola dei terzi è basilare e molto importante, tanto che nel live view delle reflex è possibile sovrapporre la scena inquadrata con il reticolo dei terzi per aiutarci a comporre secondo questo schema.

Vie di fuga

via-di-fuga

Consiste nell’utilizzare degli elementi nell’inquadratura per direzionare lo sguardo in una zona precisa dello scatto dove è bene che ci sia un soggetto importante. In questo esempio, il passaggio in legno è la via di fuga che direziona lo sguardo fino alla cascata. Le vie di fuga possono essere sia linee dritte, curve o addirittura un insieme di punti (ad esempio sassi) che seguendoli portano l’osservatore in un esatto punto della foto.

Bilanciamento delle masse

bilanciamento delle masse

Altro aspetto interessante è che, in base alla loro forma ed alla loro posizione nella scena, molti elementi assumono importanze uguali pur avendo dimensioni differenti. In questo esempio, le tre cime di lavaredo, per quanto maestose siano, vengono bilanciate dai sassi posti nel primo piano e l’occhio dell’osservatore palleggia i due soggetti (pietre-montagna). Serve a riempire la scena togliendo una sensazione di vuoto.

Altri consigli sulla composizione nella fotografia di paesaggio

Stare troppo attenti a queste regole, rischia di rendere la fotografia un puro esercizio aritmetico e non un piacere come, invece, dovrebbe essere. Una volta imparate queste regole, per fortuna, entreranno in automatico nella vostra visione fotografica e riuscirete a concentrarvi di più su altri aspetti.

Se una scena cattura la vostra attenzione, chedetevi il perché e focalizzate la vostra attenzione su quell’aspetto. Nella fotografia di paesaggio, una delle cose più difficili da fare è rendere le emozioni che si son provate dal vivo sulla carta (o sul monitor).

Usate le cornici

cercate elementi naturali che possano fungere da cornice e riescano a dare un peso corretto alla foto; rami e alberi possono aiutarvi.

Cercate le simmetrie

se un soggetto ha delle evidenti simmetrie, utilizzatele quanto più possibile.

Conclusioni

Tre sono i modi per imparare velocemente la composizione:

[list type=”arrow2_list” ] [/list]

Cliccate il link se volete leggere tutte le altre puntate di Come realizzare una bella foto di paesaggio

Se avete domande, dubbi o chiarimenti, scrivete qui sotto o CONTATTATEMI

About Piero Pausin

Piero Pausin, classe 1985, si appassiona alla fotografia e privilegia da sempre il digitale, accompagnando gli scatti ad elaborazioni personali che però non stravolgono mai la realtà. Nel corso degli anni ha approfondito diversi stili di fotografia, scoprendo la sua strada nel ritratto e nel reportage, trovando sempre il tempo per qualche foto a paesaggi incontaminati in orari e posti scomodi. Nel 2009, spinto dalla volontà di creare un punto di incontro e di formazione per i fotografi del nordest d’Italia, fonda assieme ad alcuni amici Fotonordest, un’associazione fotografica che in pochi anni si afferma sul territorio coinvolgendo oltre 1400 fotografi