Come fotografare ad un livello superiore

La recensione del libro di oggi e’ Come fotografare ad un livello superiore di George Barr, un libro che propone suggerimenti specifici e molte idee per migliorare il proprio stile fotografico.

 Il libro che vi presento oggi non è esclusivamente tecnico, tratta molto poco di tempi, diaframmi, esposizione … ma esplora, soprattutto, temi più complessi che servono per far accrescere la propria creatività e aiutano a diventare più consapevoli di quello che si vuole esprimere tramite le proprie fotografie.

Quale processo si innesca dalla visione di un soggetto alla realizzazione di uno scatto interessante?

L’autore ci aiuta a  sviluppare il nostro “occhio” e ad aumentare la nostra creatività grazie a dei suggerimenti precisi e molte idee da sviluppare.

I principali argomenti trattati?

Come creare immagini d’effetto, cosa rende meglio in una foto e dove trovare i soggetti miglior, come inquadrare e come lavorare sulla scena, imparare guardando le immagini altrui, valutare le proprie abilità e diventare fotografi consapevoli.

Il libro, di 197 pagine, consta di 6 capitoli principali suddivisi in ulteriori brevi capitoli.

1- Vedere. La lettura della fotografia

2- Trovare le immagini

3- Comporre

4- Valutare le immagini

5- Giochi mentali

6- Come fotografare ad un livello superiore

L’autore utilizza molte fotografie per analizzare i vari punti presi in considerazione e per spiegare come sfruttare, in pratica, le varie idee trattate.

Consiglio questo libro come lettura di approfondimento (come detto, non è un manuale per imparare le tecniche base della fotografia), è uno stimolo per fotografare in modo più analitico e meno improvvisato.

About Piero Pausin

Piero Pausin, classe 1985, si appassiona alla fotografia e privilegia da sempre il digitale, accompagnando gli scatti ad elaborazioni personali che però non stravolgono mai la realtà. Nel corso degli anni ha approfondito diversi stili di fotografia, scoprendo la sua strada nel ritratto e nel reportage, trovando sempre il tempo per qualche foto a paesaggi incontaminati in orari e posti scomodi. Nel 2009, spinto dalla volontà di creare un punto di incontro e di formazione per i fotografi del nordest d’Italia, fonda assieme ad alcuni amici Fotonordest, un’associazione fotografica che in pochi anni si afferma sul territorio coinvolgendo oltre 1400 fotografi